Sergio Prettoscrittore, giornalista

Sergio Pretto è nato a Roma nel 1940. A spingerlo verso la scrittura è Pier Paolo Pasolini che lo conosce, ragazzino, mentre gioca a pallone in una strada di Monteverde Vecchio a Roma. Incuriosito dai temi scolastici di Pretto, Pasolini ne diviene maestro e negli anni Sessanta lo introduce nella cerchia di famosi scrittori come Alberto Moravia e Elsa Morante. Intanto Pretto decide di dedicarsi al cinema e lavora con Marco Ferreri e Valentino Orsini. Ma presto torna al suo primo amore, la scrittura, e si accosta al giornalismo. Dopo una breve gavetta a «Paese Sera», diventa professionista a «Momento Sera».
Negli anni Settanta, Sergio Zavoli e Andrea Barbato lo chiamano in Rai, dove lavorerà in radio occupandosi di economia, sindacato, società e cultura, sia come caporedattore sia come inviato con servizi da America, Asia, Africa, Europa. 
Novecento Rom è il suo primo romanzo. Per scriverlo ha vissuto a lungo in Romania, a Craiova, in una comunità di zingari che, con i loro racconti, hanno ispirato gran parte delle vicende narrate in questo libro.

Eventi:

“La diaspora rom in Europa”